Palazzo che si affaccia sul canal grande

Bauer Palazzo

palazzo che si affaccia sul canal grande

Palazzo Papadopoli (o Palazzo Coccina Tiepolo Papadopoli) e un palazzo di Venezia, situato nel sestiere di San Polo e affacciato sul Canal Grande tra Palazzo Giustinian Il palazzo, dopo essere stato la dimora dei Coccina, che l' avevano dotato di una ricca Si segnalano al primo piano nobile due stemmi a rilievo.

2017   streaming    the face usa season 1   pasta al forno con melanzane

La casa fu voluta dalla famiglia Lando: venne edificata in data incerta, ma compresa tra e Nel fu venduta, a causa della disastrosa situazione economica della famiglia Lando e in particolar modo di Pietro Lando, arcivescovo di Candia. La facciata fu conservata, mentre fu ricostruita tutta la parte posteriore. Gli interventi relativi agli interni sono riconducibili al nuovo stile classico: utilizzo di colonne e archi a tutto sesto, oltre all'inserimento di camini in tutte le camere principali. Dal al la magione fu affittata alla famiglia Spinelli: in seguito, fu acquistata dalla famiglia Cornoldi. Elementi peculiari dell'architettura di questo edificio sono le finestrelle a forma di pera, che dividono i due fori delle bifore e i poggioli trilobati di gusto goticizzante.

La facciata in pietra d'Istria recante serliane centrali ricorda l'opera del Sanmicheli, i timpani laterali l'opera del Palladio e i cartigli presenti nel sottotetto quella del Jacopo Sansovino o di Alessandro Vittoria. Il cantiere si concluse attorno al L'ultimo piano fu sede dagli anni settanta al dell' Istituto di Scienze Marine , parte del Consiglio Nazionale delle Ricerche. Le balaustre non sono uguali in quanto quella inferiore, a differenza di quella del secondo piano nobile, presenta un aggetto. Sono triangolari al primo piano e curvilinei al secondo. Si segnalano al primo piano nobile due stemmi a rilievo. Il giardino ospita una vera da pozzo tardogotica.

Le 42 lussuose camere di Ca'Sagredo sono state progettate in stile aristocratico veneziano. Questo palazzo rosa, restaurato sul Canal Grande ha mantenuto la sua grandezza originale, compresi i saloni pieni di affreschi e ampie scalinate. Ca'Sagredo gode di una posizione strategica nel centro di Venezia. Si trova sul Canal Grande, sul lato di Cannaregio ; il Mercato di Rialto si trova direttamente dall'altra parte del canale. Un traghetto, o grande gondola, attraversa il canale per raggiungere il mercato di Rialto. Questo palazzo convertito ha enormi camere con posti a sedere peluche e scrivania, alcune con vista sul Canal Grande.

Rimaneggiato numerosissime volte e sopraelevato, presenta un'interessante facciata costruita in parte secondo gli stilemi dell'architettura stile veneto- bizantina. Inizialmente la facciata si sviluppava su due soli piani ed era affiancata da torri, dette torreselle : esse vennero abbattute quando l'edificio venne innalzato di ulteriori due piani. Il palazzo presenta numerosi elementi caratteristici del fondaco veneziano: il portego , atto a mettere in comunicazione portale a terra con portale d'acqua, la curia, usata per lo scarico delle merci dalle navi, affiancata da un semplice portale ad acqua e caratterizzata dalla successione di tre archi irregolari, la polifora a loggiato al piano nobile. Ai suoi fianchi sono poste due monofore, una per lato; tutti i capitelli si ispirano allo stile bizantino. Altri progetti.

L'hotel dispone di un ristorante e due bar; Bar Canale dispone di una terrazza all'aperto e vista sul Canal Grande. Il grande, luminoso atrio fa una prima impressione grande, con i suoi pavimenti in marmo, display legni decorativi, decorazioni in oro e sedie vasca chic. La hall dispone anche di una scala bianca e oro a spirale e un pianoforte a coda, e opere d'arte di Venezia in tutti gli spazi comuni aggiunge carattere. Tutte le principali attrazioni sono facilmente raggiungibili a piedi. L'elaborato Barocco Chiesa di San Moise si trova sulla stessa piazza, come l'hotel.



Palazzo Morosini Sagredo

Ca Pesaro - Lunardelli Venezia

Ca' da Mosto

L'edificio venne ristrutturato per conto della famiglia Morosini e, in particolar modo, di Michele Morosini a partire dal Morto l'ultimo discendente della famiglia, Agostino, la dimora venne spogliata delle sue opere d'arte [1]. Oggi, all'antica corte del palazzo corrisponde la hall di un albergo di lusso. La complessa e disarticolata facciata volta al Canal Grande ci riporta indietro attraverso la storia architettonica del palazzo. L'imponente esafora del primo piano, affiancata da monofore sorrette da esili colonnine, era inizialmente posta al centro dell'edificio; essa appare attualmente decentrata, in conseguenza all'ampliamento successivamente effettuato, rispetto alla costruzione originaria, per cui l'esafora si trova oggi ad essere la finestra di una suite.

.

.

0 COMMENTS

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *